Digital Innovation Manager in sanità. A Palermo l’Executive Master

Appuntamenti della salute

Si terrà, il 28 settembre, a Palermo a Villa Malfitano Whitaker alle ore 09.30, la presentazione dell’Executive Master per la formazione del Digital Innovation Manager in Sanità (www.dimmaster.it), promosso da Regione Siciliana, CEFPAS, AiSDeT (Associazione Italiana Sanità Digitale e Telemedicina), Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità del Politecnico di Milano e Rete di Sanità digitale eSanit@.
L’incontro si concluderà con l’intervento del Presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta.

Il Servizio Sanitario sta attraversando una fase di riorganizzazione strutturale e organizzativa. Le spinte provengono dal mutamento degli scenari epidemiologici, che preannunciano un aumento delle cronicità, e dalla sfida di riuscire a mantenere il corretto governo dei processi assistenziali e di cura.

“Non è più possibile affrontare – dice Angelo Lomaglio, Direttore del CEFPAS – uno scenario così articolato e complesso senza mettere a frutto le leve strategiche offerte dall’innovazione digitale, indirizzate da una figura manageriale, che sappia interpretare il mutamento come stimolo e come opportunità, uscendo dagli schemi precostituiti. Fare questo significa anche sapersi mettere in discussione, riorganizzare le categorie culturali all’interno delle quali si è stati formati, essere anche in grado di ripartire da zero e di cambiare strada, se necessario, senza smettere mai di interrogarsi. Perché il mondo, grazie al digitale, non ha più confini”.

È questo il Digital Innovation Manager, professionalità dotata di competenze trasversali in grado di gestire lo sviluppo di ambienti innovativi entro cui collocare, organizzare e governare il servizio sanitario.

“Una figura siffatta – dice Remo Bonichi, Vice Presidente AiSDeT – in Italia, è ancora in embrione, perché le sue doti di management non derivano solo dalla conoscenza degli ambienti e delle soluzioni digitali, ma di come tali soluzioni possano rispondere adeguatamente alla nuova domanda di salute, in modo efficace, migliorando la qualità dei servizi erogati al cittadino. L’Executive Master per il Digital Innovation Manager, che prenderà il via il prossimo novembre, l’unico di questo tipo nell’Italia del Sud, rivolto alle direzioni apicali e cliniche della Sanità, nasce da questa esigenza e intende accompagnare tale processo, rispondendo ai nuovi bisogni formativi dei Manager.

La caratteristica del Manager dei prossimi anni, infatti – conclude Pier Sergio Caltabiano, Direttore della Formazione CEFPAS – sarà quella di essere in grado di sviluppare nuove competenze. Oltre alla chiarezza del perimetro entro il quale agire, servono molto al nuovo Manager, il possesso di doti organizzative e il saper indicare traguardi e percorsi, obiettivi di crescita e momenti di verifica, con feedback precisi e mirati. Le contaminazioni sono sempre più frequenti e il nuovo manager deve avere la capacità di leggere a 360° quello che sta accadendo. Solo così riuscirà a raggiungere i propri obiettivi.

Pensare al futuro delle organizzazioni, oggi, non può, allora, prescindere dall’adozione di visioni di medio e lungo periodo, tali da superare l’appiattimento attuale rivolto per lo più alla soluzione di problemi contingenti, e agire nella piena consapevolezza dei nuovi ambienti di integrazione, condivisione e trasversali entro i quali proiettano gli ecosistemi digitali”.

L’incontro gode del Patrocinio di: Agenzia per l’Italia Digitale, FIASO e Federsanità.

Lascia un commento